This site uses cookies. By continuing to browse the site you are agreeing to our use of cookies. Find out more here

Etichetta Pneumatici UE

Etichetta Pneumatici UE

Dal 1° novembre 2012 è in vigore la cosiddetta etichetta europea degli pneumatici. Questa prevede che tutti gli pneumatici fabbricati in UE dopo giugno 2012 così come tutti gli pneumatici venduti in UE dopo novembre 2012 devono essere dotati di un’etichetta. Con questo regolamento l’Unione europea intende ridurre il consumo di carburante sul lungo termine e al contempo aumentare la sicurezza della circolazione stradale. L’etichetta valuta tre criteri: resistenza al rotolamento, tenuta sul bagnato, emissione di rumore. Ridurre la resistenza al rotolamento equivale a risparmiare carburante e quindi anche anidride carbonica. La valutazione viene effettuata nelle classi da A (risultato migliore) fino a G, anche se la classe D non è coperta. Nel concreto ciò vuol dire che il miglioramento di una classe si traduce in un risparmio di 0,1 l di carburante per 100 km. Anche per la tenuta sul bagnato viene effettuata una ripartizione in classi da A fino a G. Le classi D e G non sono coperte. Con una velocità di partenza di 80 km/h su bagnato la differenza di spazio di frenata tra una classe e l’altra è di 3-6 metri. Per l’emissione di rumori la misurazione non viene effettuata in classi, ma in barre che simbolicamente indicano valori decibel (dB). Maggiore è il numero di barre nere visibili sull’etichetta, più è rumoroso lo pneumatico. L’etichetta europea degli pneumatici deve garantire trasparenza al consumatore finale. Tuttavia, altre caratteristiche importanti per la sicurezza come l’acquaplaning, il comportamento di guida su fondo stradale innevato o ghiacciato non fanno parte dell’etichetta degli pneumatici. Per ulteriori informazioni sulla nuova disposizione di etichettatura per pneumatici vai alla pagina WWW.DASREIFENLABEL.DE.

Label Generator